Checco Zalone e la bugia davanti l’omofobia frammezzo a trans e stereotipi sui calabresi

Checco Zalone e la bugia davanti l’omofobia frammezzo a trans e stereotipi sui calabresi

Il circostanza tanto “temuto” da Amadeus e arrivato. Checco Zalone si materializza sul palco del arena Ariston e, fingendo di capitare confuso attraverso la sua prima volta al “Festival di Sanremo”, “massacra” il conduttore e maniera abituale sbeffeggia l’italiano medio puritano, omofobo e fitto di pregiudizi.

“Visto perche piangono tutti qui… Mi sento un Maneskin – ironizza – E’ effettivamente toccante, questo scaffale ti maliarda. Io faccio lo ebete, ma sono un garzone di cittadina giacche viene da un magro paesino cosicche si chiama Capurso. (more…)